Uscito il n. 4/2020 della REM

Uscito il n. 4/2020 della REM

Uscito il n. 4/2020 della REM

Uscito il numero 4 del 2020 della Rivista economica del Mezzogiorno – Economic Journal of Mezzogiorno, trimestrale della SVIMEZ edito da Il Mulino. Il numero è disponibile sulla piattaforma rivisteweb

Il numero 4 del 2020 della “Rivista economica del Mezzogiorno”, diretta dal Consigliere di amministrazione SVIMEZ Riccardo Padovani con il coordinamento di redazione di Grazia Servidio (Dirigente SVIMEZ), si apre con lo StudioIl Mezzogiorno e le opportunità della bioeconomia circolare nell’evoluzione dell’economia globale”, di Luca Bianchi, Amedeo Lepore, Stefano Palermo, Cesare Imbriani, Piergiuseppe Morone e Mario Bonaccorso. Secondo gli Autori, “le modificazioni strutturali che stanno interessando l’organizzazione dell’economia internazionale e il rapporto sempre più stretto tra lo sviluppo sostenibile e la nuova rivoluzione industriale hanno reso, oramai da alcuni anni, il tema della bioeconomia e dell’economia circolare parte delle analisi sui possibili lineamenti della crescita del Mezzogiorno e del Paese. Questo è ancora più vero alla luce della crisi determinata dalla pandemia di Covid-19 che, da un lato, sta accelerando mutamenti esistenti prima dell’arrivo del coronavirus, dall’altro, sta favorendo la costruzione di nuovi modelli di produzione e consumo”. Obiettivo di questo contributo ? che offre una rielaborazione delle analisi contenute nel “Rapporto SVIMEZ 2020” ? è presentare le linee guida prodotte dall'Associazione per lo sviluppo industriale del Mezzogiorno nell’ultimo anno, avvalendosi del contributo di un gruppo di lavoro interdisciplinare appositamente costituito. Emergono così un quadro complessivo dell’attuale diffusione della bioeconomia circolare nel Sud, i collegamenti con le strategie europee e la definizione di nuovi modelli di sviluppo sostenibile, con alcune possibili indicazioni di policy su cui ragionare per un meta-comparto potenzialmente in grado non solo di sostenere la ripresa del Mezzogiorno, ma di favorire l’aggancio di una parte significativa delle sue filiere produttive alle nuove catene internazionali del valore.

 

Seguono gli Studi su: “Territori in movimento. Occasioni, prospettive e problemi dell’armatura urbana meridionale”, di Vittorio Amato, Stefano De Falco e Lucia Simonetti sull’armatura e la gerarchia urbana meridionale nelle sue persistenze e nelle sue innovazioni all’interno della rete nazionale ed europea; “Firm Growth and Regional Institutional Quality: Evidence from Italian Manufacturing SMEs, di Cristiana Donati, Rosanna Pittiglio e Domenico Sarno, in cui si analizza come le prospettive di crescita delle imprese nel Mezzogiorno siano strettamente  correlate al funzionamento complessivo dell’intero apparato delle istituzioni locali; “Il program management nelle politiche per la coesione territoriale” di Andrea Vecchia, in cui si spiega come le politiche per la coesione territoriale abbiano sperimentato l’introduzione di tecniche per la conduzione di programmi e progetti mirate al raggiungimento dei risultati, ma tuttavia la tenuta delle sperimentazioni non abbia raggiunto la soglia critica necessaria per trasformarle in prassi consolidate; “PIDMed. Dall’esperienza del Punto Impresa Digitale di Salerno e Caserta alla definizione di un modello mediterraneo di innovazione tecnologica e sociale” di Alex Giordano, che affronta il tema dell’alfabetizzazione digitale e dell’avvio dell’attuazione del Piano Nazionale Impresa 4.0, e ciò che l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e le Camere di Commercio di Salerno e Caserta stanno facendo per la creazione e i servizi dei Punti di Impresa Digitale; “Opportunità di sviluppo e periferia. L’esperienza del terziario innovativo in una realtà del Mezzogiorno, la Calabria”, di Carmela Guarascio, che intende offrire un contributo critico per individuare alcuni meccanismi di sviluppo che possono favorire lo sviluppo del terziario innovativo in aree fragili.

 

Nella sezione Interventi, si segnalano quelli: del Consigliere di amministrazione Amedeo Lepore, “Una favola moderna”; di Leandra D’Antone, “Governare l’Italia. Il lungo percorso da Cavour ad oggi nelle riflessioni di Vincenzo Scotti e Sergio Zoppi”; di Giovanni Scanagatta, “Sviluppo economico, spesa pubblica e cambi fissi nell’Unione europea”; di Filippo Sbrana, “La grande scossa. Il terremoto dell’Irpinia tra economia, politica e territorio”.

Infine, le Recensioni riguardano: il volume di Francesco Dandolo e Renato Raffaele Amoroso “Cassa per il Mezzogiorno Europa e Regioni nella stagione dell’industrializzazione. Informazioni SVIMEZ e la cultura del nuovo meridionalismo (1961-1973)”, recensito da Giovanni Farese. Il volume è stato pubblicato come Numero speciale dei “Quaderni SVIMEZ” e ripercorre nel periodo esaminato le analisi dei fascicoli di “Informazioni SVIMEZ”, sin dal 1948 principale strumento di diffusione delle ricerche e dei contributi di riflessione dell’Associazione. Seguono le recensioni: del libro di Giuseppe Coco e Claudio De Vincenti “Una questione nazionale. Il Mezzogiorno da «problema» a «opportunità»”, curata da Vittorio Daniele; del volume di Richard Baldwin “Rivoluzione globotica. Globalizzazione, robotica e futuro del lavoro” recensito da Antonio Russo; del libro di Francesco Saraceno “La riconquista. Perché abbiamo perso l’Europa e come possiamo riprendercela” a cura di Amedeo Di Maio; infine del pamphlet di Mimmo Nunnari “Elogio della Bassitalia. Con qualche invettiva contro il razzismo del Nord” recensito da Emanuele Imperiali.

 

REM
Direttore: Riccardo Padovani.Comitato scientifico: Paolo Baratta, Fabrizio Barca, Piero Barucci, Pietro Busetta, Francesco Dandolo, Leandra D’Antone, Adriano Giannola, Anna Giunta, Antonio La Spina, Amedeo Lepore, Massimo Lo Cicero, Ernesto Mazzetti, Antonio Pedone, Federico Pica, Maria Teresa Salvemini, Mariella Volpe, Sergio Zoppi.Comitato di Redazione: Luca Bianchi, Raimondo Bosco, Luca Cappellani, Emanuele Imperiali, Antonio Lopes, Delio Miotti, Giorgio Miotti, Carmelo Petraglia, Stefano Prezioso, Giuseppe Provenzano, Grazia Servidio, Gaetano Vecchione.Coordinatore di Redazione: Grazia Servidio.

 

Leggi qui l'indice e gli abstract

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close