“Verso una geografia del cambiamento”

“Verso una geografia del cambiamento”

“Verso una geografia del cambiamento”

Si è svolta venerdì scorso, 16 settembre, presso la Biblioteca della SVIMEZ, la presentazione della raccolta di saggi “Verso una geografia del cambiamento”,  a cura di Simone Tulumello.

«A dieci anni dalla scomparsa di Alberto Tulumello, sembra il momento di voler tornare a riflettere», scrive l’autore, «sul quel percorso intellettuale e sulle potenzialità di pensare al cambiamento e allo sviluppo a scale molteplici, dal Mezzogiorno al Mediterraneo».

A partire dall’analisi di Tulumello e grazie al contributo di diversi autori, secondo il Direttore della SVIMEZ , Luca Bianchi, quest'opera è anche l’occasione per una riflessione aggiornata sul Mezzogiorno che estende i contenuti dell’analisi non solo ai fattori economici ma anche a quelli sociali e istituzionali. “L’inclusione dei fattori extra-economici nei modelli interpretativi del ritardo meridionale ha rappresentato un’intuizione fondata che ha prodotto sforzi di indagine e avanzamenti apprezzabili di sviluppo. Così come la decisione della SVIMEZ nel 2018, di aggiornare a 44 anni dalla prima edizione del Rapporto annuale, il riferimento esplicito alla “società”.

Qui è possibile vedere la presentazione del volume, con il professor Adriano Giannola, Presidente della SVIMEZ, e le docenti dell'Università La Sapienza di Roma, Barbara Pizzo e Daniela De Leo.

 

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close