Pubblicato nuovo Quaderno SVIMEZ

Pubblicato nuovo Quaderno SVIMEZ

Pubblicato nuovo Quaderno SVIMEZ

In occasione della pubblicazione del Quaderno SVIMEZ su "Cassa per il Mezzogiorno Europa e Regioni nella stagione dell'industrializzazione", di Francesco Dandolo e Renato Raffaele Amoroso, il Presidente Adriano Giannola ha scritto una prefazione, nella quale definisce lo studio "un meticoloso spoglio dei fascicoli della rivista «Informazioni SVIMEZ» pubblicati tra il 1961 e il 1973 consentendo così di ripercorrere la genesi e l’attuazione di interventi basilari per l’industrializzazione del Mezzogiorno evidenziando il ruolo tecnico e istituzionale della Cassa, gli ampi consensi a livello internazionale che le consentiranno di accedere ai finanziamenti degli istituti di cooperazione della Comunità Economica Europea, come era già accaduto negli anni Cinquanta con la Banca Mondiale".

«Informazioni SVIMEZ», edita dall’Associazione dal 1948 al 1981 si conferma, secondo Giannola, fonte di straordinario valore documentario che permette di studiare molteplici aspetti e contributi finora poco esplorati dalla pur vasta letteratura esistente e di ricostruire in modo approfondito e ragionato la complessità del dibattito e delle argomentazioni teoriche alla base delle strategie e delle misure adottate per lo sviluppo industriale del Mezzogiorno.

Il volume, nel documentare e analizzare il «secondo tempo» dell’intervento straordinario, narra perciò la storia economica e sociale italiana collocando il Mezzogiorno nel contesto della Comunità europea che, a seguito dei Trattati di Roma del 1957, dà vita alla Banca Europea per gli Investimenti e al Fondo Sociale Europeo, entrambi coinvolti nel finanziamento della Cassa per il Mezzogiorno e degli istituti di credito regionale. Ne scaturisce così un’articolata ricostruzione di significative fasi della politica di industrializzazione del Sud Italia che, varata appunto nel 1957 con la legge 64, diviene il tema dominante nell’arco temporale analizzato. La ricostruzione del dibattito a livello nazionale tra esperti, in particolare economisti, imprenditori e politici permette di mettere a fuoco il carattere sistemico dell’intervento straordinario, nonché di valorizzare il costante impegno degli esponenti del nuovo meridionalismo ad inquadrare lo sviluppo del Mezzogiorno all’interno di un disegno di respiro nazionale ed europeo, al quale ancorare l’obiettivo del superamento del dualismo. Viene fuori con nettezza un esplicito, seppure a volte contrastato, legame fra cultura e politica che rappresenta la migliore eredità di questo periodo e del quale oggi si avverte fortemente la mancanza. Il tratto più rilevante di questo legame è la strategia di industrializzare come ingrediente fondante di una modernizzazione dei territori meridionali, oggetto della trattazione che ne documenta l’impatto in termini di occupazione e di prodotto.

Scarica qui il Quaderno SVIMEZ

 

 

 

 

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close