Ridurre le disparità e favorire la coesione

Ridurre le disparità e favorire la coesione

Ridurre le disparità e favorire la coesione

Dalla Nuova Programmazione Economica (NPE) ai Fondi strutturali, dalle politiche di coesione, fino all'ultimo intervento straordinario del Next generation EU.

Il Presidente SVIMEZ, Adriano Giannola, in un articolo pubblicato per il Primo Quaderno della Fondazione Progresso Europa e Riforme, ripercorre i vari provvedimenti e gli interventi straordinari che l'Unione Europea ha previsto, negli anni, per il Mezzogiorno. Mettendo in luce illusioni, ommissioni e contraddizioni.

Una riflessione sul lungo percorso "iniziato nel maggio 1993, quando, la liquidazione dell’intervento straordinario, avvia l’operazione “abrogare il Mezzogiorno”". 

Per poi spiegare come in merito al PNRR, "il ricorso articolato e motivato alla sussidiarietà è la strada maestra per ottemperare alle condizionalità poste dalla UE a garanzia dei diritti civili e sociali: scuola, sanità, mobilità". E' fondamentale, dunque, per il Presidente SVIMEZ, "impegnare tutte le competenze sulla terza missione, un concreto banco di prova della doverosa attenzione al territorio". 

E' possibile leggere il testo integrale qui.

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close