Il PNRR alla prova del Sud

Il PNRR alla prova del Sud

Il PNRR alla prova del Sud

Il libro "Il PNRR alla prova del Sud", curato dal Direttore SVIMEZ Luca Bianchi e dal compianto professor Beniamino Caravita, Presidente di FormAp, prende le mosse dalla riunificazione tedesca, quando la Germania riuscì a far inserire nei Trattati di Lisbona la previsione per cui sono "compatibili con il mercato interno gli aiuti concessi all’economia di determinate regioni della Repubblica federale tedesca che risentono della divisione della Germania”. La previsione del Next Generation Eu e del PNRR italiano di destinare somme importanti al Mezzogiorno assume la medesima funzione: prendere atto che lo squilibrio economico e strutturale tra Nord e Sud non è solo un problema nazionale, bensì europeo, e chiedere alle istituzioni di operare di conseguenza. Il superamento di questi squilibri, spendendo al Sud tutti i soldi destinati, spendendoli bene e presto, è una vera cartina di tornasole del successo del PNRR. È necessaria dunque una svolta rispetto al recente passato che dovrà alimentarsi alle profonde innovazioni attuative previste dal PNRR. Un Piano che per produrre i suoi effetti dovrà tuttavia superare molte insidie se si vorrà vincere la vera sfida: non programmare un semplice ritorno alla “normalità”, ma uscire da una stagnazione ventennale causata da un disarmo delle politiche nazionali che ha contribuito ad amplificare le nostre disuguaglianze sociali e territoriali ben prima che deflagrassero con la pandemia. Formap e SVIMEZ, istituzioni ben presenti sulle tematiche del Mezzogiorno, vogliono con questo contributo che ha coinvolto studiosi di diversi enti di ricerca e Università italiane, offrire una prima riflessione interdisciplinare sulle potenzialità, i rischi, le opportunità che si aprono nell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

 

Formiche.net

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close