Giannola, troppi ritardi sulle ZES

Giannola, troppi ritardi sulle ZES

Giannola, troppi ritardi sulle ZES

"L'Italia sta malissimo, l'emergenza è gravissima. Il Nord non ha grandi spazi per riprendersi in tempi brevi e medi, il Mezzogiorno sta aggravando terribilmente la sua crisi", comincia così l'intervista del Presidente SVIMEZ Adriano Giannola al giornale La Verità. Nella lunga chiacchierata con Aldo Forbice, Giannola rilancia le Ftl, affinchè il Mezzogiorno possa svolgere una funzione centrale nei traffici marittimi, asiatici, nordafricani ed europei. "Già dal 2011 la Svimez aveva identificato le Filiere territoriali logistiche. E nel 2017 vennero identificate le Zes (Zone economiche speciali), come strumenti per stimolare l'interazione tra una innovativa politica industriale e la logistica". Per attivarle rapidamente il Presidente SVIMEZ propone tre cose: un decreto di semplificazione normativa, simile a quello già in vigore per Taranto, l'avvio della Zona doganale, l'attrezzatura necessaria e l'adeguamento dei necessari retroporti per la logistica. Saranno ovviamente necessari tempi certi e rapidi per la realizzazione delle infrastrutture, come il corridoio ferroviario Napoli-Bari.

 

 

Intervista La Verità

 

 

 

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close