Giannola su Reddito di Cittadinanza

Giannola su Reddito di Cittadinanza

Giannola su Reddito di Cittadinanza

Adriano Giannola, Presidente SVIMEZ, è intervenuto, nel corso di un dibattito a Napoli con il Presidente dell’INPS Pasquale Tridico e quello nazionale delle ACLI e portavoce dell’Alleanza contro la povertà, Roberto Rossini, su Reddito di cittadinanza, welfare e politiche di sviluppo per il Sud. L’evento, organizzato dalle ACLI di Napoli, aveva come titolo “Sfida alla povertà: politiche di welfare e misure di prevenzione della povertà futura”. Nel corso del confronto Giannola  ha sottolineato che "Non c'è
una strategia, sul mercato del lavoro andiamo sempre peggio. Siamo di fronte a una povertà assistita più
che a un'abolizione della stessa, con il Reddito di cittadinanza. Insomma, pannicelli caldi, che migliorano le condizioni di alcuni, ma non mutano nulla nelle condizioni che creano strutturalmente
la povertà". Secondo il Presidente della SVIMEZ, "lo stesso Tridico ammette che il reinserimento sul percorso lavorativo finora ha toccato 28 mila posizioni. Pochine. Anche dando per scontata una maggiore efficienza del meccanismo in futuro, è difficile prevedere che l'offerta di lavoro diventi la
vera ratio del Reddito". Giannola ha ribadito che "il lavoro non lo crea il Reddito, servono investimenti". Che fare? "Non si tratta di bloccare la misura in sé, ma comunque di svelare dove il re può essere nudo".

 

 

laRepubblica edizione Napoli

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close