Giannola e Bianchi a SUDeFUTURI

Giannola e Bianchi a SUDeFUTURI

Giannola e Bianchi a SUDeFUTURI

L’Italia deve recuperare il suo ruolo nell’Unione europea essendo il nostro hub nel Mediterraneo, dove  ormai siamo ospiti. "Il tema è geopolitico perché l’Italia senza Mezzogiorno fa ridere, dobbiamo capire che la ‘Magna Grecia’ conta eccome”. A dirlo è Adriano Giannola, presidente SVIMEZ, in occasione
di #UNLOCK_IT, seconda edizione di SUDeFUTURI, organizzato dalla Fondazione Magna Grecia. “La prima cosa che noto – avverte Giannola – è che qualche buona idea che forse c’è scompare annegata nel burocratismo. Un’idea di manutenzione su un motore fuso, perché l’Italia è un Paese che ha fuso il motore. Come reddito non siamo tornati ai livelli del 2007 dell’Italia nel suo complesso. Rispetto al resto dell’Europa, che è avanti di 15 punti, con questa pandemia noi crolliamo a circa 30 punti di distanza. Cioè il paese è in caduta libera”.

A sua volta Luca Bianchi, Direttore SVIMEZ, intervenendo ha detto che “La crisi va a colpire soprattutto le categorie più deboli della popolazione e i territori più deboli. Pagano di più i giovani e le donne. In particolare, per i giovani abbiamo il tema drammatico che vede completamente chiusi i canali di accesso al mercato del lavoro. Abbiamo stimati circa 800mila giovani, di cui quasi 500mila nel Mezzogiorno, che sarebbero entrati nel mercato del lavoro in questa fase che trovano però le porte chiuse. Due terzi dell'occupazione che abbiamo perso nel 2020 poi riguarda le donne".

 

Giannola a Messaggero.it

ADNKronos su intervento Bianchi

 

 

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close