E' uscito il numero 3/2020 della REM

E' uscito il numero 3/2020 della REM

E’ uscito il numero 3/2020 della REM

È uscito il numero 3 del 2020 della Rivista economica del Mezzogiorno, trimestrale della SVIMEZ edito da Il Mulino

 

Il numero 3 del 2020 della “Rivista economica del Mezzogiorno”, diretta dal Consigliere di amministrazione SVIMEZ Riccardo Padovani con il coordinamento di redazione di Grazia Servidio (Ricercatore esperto SVIMEZ), si apre con un contributo fuori rubrica del Presidente Adriano Giannola e del Direttore Luca Bianchi su “La contabilità tra territori come strumento di conoscenza, non di rivendicazione”. Gli Autori pongono il tema della sperequazione territoriale della spesa pubblica – sfavorevole al Mezzogiorno secondo tutte le fonti ufficiali disponibili – nella prospettiva più ampia di stimolare la discussione pubblica intorno ad un concetto che sta agli antipodi del rivendicazionismo: l’interdipendenza sociale ed economica tra i territori del nostro Paese. In risposta a una nota dell’Osservatorio Conti Pubblici Italiani (CPI), la SVIMEZ con questo contributo intende chiarire alcune questioni di metodo e di merito. Per valutare correttamente l’effettivo divario di spesa pubblica pro capite tra Nord e Sud a svantaggio delle regioni meridionali, gli Autori sostengono i motivi per i quali i dati dei Conti Pubblici Territoriali (CPT) siano affidabili e perché sia corretto considerare quelli del Sistema Pubblico Allargato (che include, oltre alla P.A., un Settore extra P.A. comprensivo di quei soggetti, centrali e locali, che producono servizi di pubblica utilità e sono controllati direttamente o indirettamente da Enti pubblici); comprendere nella spesa complessiva la spesa per pensioni; non parametrare la spesa pubblica al costo della vita.

I due rappresentanti SVIMEZ concludono che negli anni Duemila, in particolare dopo la crisi del 2008, al protrarsi del calo della spesa per investimenti nel Mezzogiorno, basata su infrastrutture e incentivi, si è aggiunta l’affermazione di orientamenti sfavorevoli alle regioni del Mezzogiorno nella distribuzione delle risorse ordinarie necessarie a finanziare servizi pubblici essenziali. La spesa corrente pro capite del Settore Pubblico Allargato al netto degli interessi presentava alla fine del 2018 un differenziale intorno a 4.800 euro pro capite. In definitiva l’obiettivo dell’Associazione è quello di voler portare nel confronto pubblico l’esigenza di una perequazione territoriale dei “diritti di cittadinanza” e di una riqualificazione dell’intervento per la coesione economica.

 

Tra gli Studi della Rivista quello di Fabio Di Sebastiano e Alessandro Rinaldi su “Lockdown delle attività economiche durante la pandemia di COVID-19: interazioni settoriali e relazioni territoriali da una analisi dei contratti di rete”; quello di Vincenzo Alfano e Salvatore Ercolano su “Capitale sociale bonding e bridging alla prova del lockdown. Un’analisi sulle regioni italiane”; quello di Giovanni Allucci su “La valorizzazione dei beni confiscati alla camorra: occasione di sviluppo e di rafforzamento della legalità. L’esperienza di Agrironasce”; quello di Dario Musolino e Luigi Pellegrino su “Le twin-cities dello Stretto e la prospettiva dell’area integrata: un approccio quali-quantitativo”; quello di Gianni Onesti sul tema “La capacità amministrativa delle regioni italiane in un’ottica comparativa”; infine quello di Giovanna Catullo su “Il turismo in Basilicata post 2019”.

 

Da segnalare tre Interventi: quello del Consigliere di amministrazione SVIMEZ Sergio Zoppi su “Giuseppe Bigazzi con Giulio Pastore Ministro. La militanza meridionalista, l’impegno ne “Il nuovo osservatore”; l’intervento del Vice Presidente ed Assessore al Bilancio della Regione Sicilia Gaetano Armao sul tema “La crisi economica post-pandemica e la Sicilia”; infine quello del Consigliere di amministrazione SVIMEZ Vincenzo Viti su “L’Italia, il Sud, Matera”.

 

Infine le Recensioni di volumi hanno riguardato: quello che raccoglie gli scritti di Augusto Graziani “Mercato, struttura, conflitto. Scritti su economia italiana e Mezzogiorno”, con selezione a cura di Adriano Giannola, recensito da Antonio Pedone; il volume di Francesco Silva e Augusto Ninni “Un miracolo non basta. Alle origini della crisi italiana tra economia e politica”, recensito da Domenicantonio Fausto; quello scritto da Jean Paul Fitoussi “La neolingua dell’economia. Ovvero come dire a un malato che è in buona salute”, recensito da Francesco Saraceno; il libro di Roberto Napoletano “La grande balla. Non è vero che il Sud vive sulle spalle del Nord, è l’esatto contrario”, recensito dal Consigliere di amministrazione SVIMEZ Pietro Massimo Busetta; quello di Stefano Palermo “La Cassa per il Mezzogiorno nel Lazio. Strategie per lo sviluppo di un'economia di frontiera (1950-1993)”, recensito da Emanuele Bernardi; infine il volume di Marco Canesi “Il Mezzogiorno e i suoi porti. La chiave di una nuova prospettiva di sviluppo”, recensito da Ennio Forte.

 

Leggi l'indice e gli abstract

 

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close