Alla Treccani si parla di Levi e del Sud rurale

Alla Treccani si parla di Levi e del Sud rurale

Alla Treccani si parla di Levi e del Sud rurale

Carlo Levi è tra gli intellettuali italiani che hanno raccontato con maggiore acume ed empatia le problematiche del Mezzogiorno rurale. A 75 anni dalla prima pubblicazione del suo "Cristo si è fermato a Eboli", Treccani, in collaborazione con Associazione Italiana Coltivatori, ha organizzato il 4 maggio, primo giorno della fase 2, l'incontro "Carlo Levi e la questione meridionale. Impresa agricola e politiche di sviluppo del Mezzogiorno di fronte al Coronavirus", al quale è intervenuto Luca Bianchi, Direttore Svimez. Tra gli altri hanno partecipato al confronto Massimo Bray, Direttore Generale Treccani, Giuseppino Santoianni, Presidente AIC (Associazione Italiana Coltivatori), Mauro Mastrototaro, imprenditore agricolo e libraio, Francesco Mastrota, imprenditore agricolo. Ha coordinato Geri Ballo. dell'AIC.

Carlo Levi e la questione meridionale

Siamo in diretta!Carlo Levi è tra gli intellettuali italiani che hanno raccontato con maggiore acume ed empatia le problematiche del Mezzogiorno rurale.A 75 anni dalla prima pubblicazione del suo "Cristo si è fermato a Eboli", Treccani, in collaborazione con Associazione Italiana Coltivatori, organizza l'incontro digitale "Carlo Levi e la questione meridionale. Impresa agricola e politiche di sviluppo del Mezzogiorno di fronte al Coronavirus".Intervengono:Massimo Bray, Direttore Generale TreccaniLuca Bianchi, Direttore SvimezGiuseppino Santoianni, Presidente AIC Mauro Mastrototaro, imprenditore agricolo e libraioFrancesco Mastrota, imprenditore agricoloCoordina Geri Ballo, responsabile comunicazione AIC

Pubblicato da Treccani su Lunedì 4 maggio 2020

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close