Bianchi a WPR su pandemia e Mezzogiorno

Bianchi a WPR su pandemia e Mezzogiorno

Bianchi a WPR su pandemia e Mezzogiorno

Sulla prestigiosa rivista World Politics Review del 21 maggio il giornalista Alessandro Lanuto ha pubblicato un interessante articolo su perché il Sud ha la chiave del suo recupero dopo il coronavirus.

Nell'articolo è stato intervistato, tra gli altri, il Direttore SVIMEZ Luca Bianchi, il quale ha sostenuto che "c'è stato un aumento degli italiani che vanno a Nord per le loro cure sanitarie, per cui le regioni più povere non solo devono pagare quelle più ricche per prendersi cura di questi migranti sanitari, ma perdono anche preziosi medici, infermieri e altro personale medico in cerca di migliori opportunità altrove". Secondo Bianchi, questo trasferimento di risorse "ha rafforzato i sistemi che sono già più durevoli, minando quelli più deboli".

Per il Direttore SVIMEZ, i maggiori partiti politici del Paese hanno adottato l'opinione che se la "locomotiva economica italiana fosse in grado di crescere senza il peso morto del Sud, gli effetti sarebbero scesi alle regioni meno prospere". I leader politici, compreso Salvini, hanno promosso politiche che, dal 2010, hanno aumentato la spesa pubblica nel Nord, mentre la hanno diminuita nel Sud. L'effetto netto è stato un deterioramento delle infrastrutture sociali nella parte italiana che ne ha maggiormente bisogno. Costoro hanno sottovalutato "l'interdipendenza tra Nord e Sud", afferma Bianchi, e, di conseguenza, hanno trasformato l'economia italiana in una delle più lente in Europa. Allo stesso tempo, una combinazione di debolezza, corruzione e cattiva gestione da parte della classe dirigente meridionale ha eroso la poca volontà politica rimasta per colmare il divario tra le due metà del Paese.

 

Articolo WPR

 

 

Articoli correlati

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close