Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Conferenza stampa di presentazione delle anticipazioni del Rapporto SVIMEZ 2018
Biblioteca SVIMEZ (1 agosto)
Sicilia. Ripartire dalle imprese
Editoriale Bianchi e Provenzano sulla Sicilia su L'Economia del Corriere della Sera (16 luglio)
Speciale del Corriere della Sera
Le analisi SVIMEZ al centro dell’inchiesta sul magazine SETTE (12 luglio)
Inchiesta de Il Sole 24 Ore sui servizi pubblici al Sud con i dati SVIMEZ
Nell’ambito dell’inchiesta è stato sentito il parere del Direttore SVIMEZ Luca Bianchi (1 luglio)
Effetti economici di breve periodo dell’emigrazione universitaria dal Sud al Centro-Nord
La valutazione della SVIMEZ (25 giugno)
Studio SVIMEZ su Ilva inviato al Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio
Approfondimento de "Il Sole 24 Ore" (12 giugno)
Intervista a Luca Bianchi al Tg1
Il Direttore SVIMEZ sui diritti di cittadinanza negati al Sud
La SVIMEZ a ''Radio anch'io'' di Radio1
Replica della trasmissione (15 marzo)
 

Territorio e assetto idrico. La gestione dell’acqua a livello locale
di Federico Spanicciati
Il contributo si occupa di analizzare la struttura delle competenze e della pianificazione in materia di governo dell’assetto idrogeologico e del servizio idrico. Questi due settori infatti, pur essendo separati per corpus normativo, autorità preposte e pianificazioni di settore devono considerarsi come un unico sistema comunicante, unito dalla natura e dalle peculiarità dell’oggetto posto a base degli stessi: l’acqua. Questo studio si focalizza poi sulla situazione meridionale, sottolineando come le peculiarità dei territori siano rilevanti nella reale governance di questo sistema complesso.

 

Le nuove procedure contabili del Fondo per lo sviluppo e la coesione: analisi della gestione negli esercizi 2015 e 2016
di Gian Paolo Boscariol
Con la legge di stabilità 2015 sono state modificate le procedure contabili per il trasferimento delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione alle Amministrazioni destinatarie degli interventi, facendo ricorso ad un apposito conto corrente di tesoreria. In linea con gli analoghi dossier sulla gestione del FAS e del FSC predisposti quando lavorava presso il Servizio Studi della Camera dei deputati, l’autore ricostruisce i passaggi contabili delle risorse FSC negli esercizi finanziari 2015 e 2016 dal bilancio dello Stato al conto corrente presso la RGS-IGRUE, evidenziando le problematiche connesse alle nuove modalità e raccogliendo le informazioni disponibili in merito all’utilizzo delle risorse trasferite. In uno specifico paragrafo vengono esposte alcune riflessioni sulla formazione - in quantità assai considerevole - di residui passivi del FSC nel periodo dal 2010 al 2016.
Associazione per lo sviluppo
dell'industria del Mezzogiorno
via di Porta Pinciana 6, 00187 Roma
Centralino 06.478501
Fax 06.47850850